Libraria: il meglio di gennaio e febbraio

 

Nota: sono tutti libri avuti dagli editori, via Netgalley e Edelweiss, in cambio di una recensione. Le opinioni sono mie e li ho letti di mia sponte esattamente come li segnalo di mia sponte.
Gli editori sono quasi tutti inglesi ma li trovate anche in versione USA. Sono tre editori che amo molto per la varietà e la qualità di cosa pubblicano.
Sarebbe bello che fossero tradotti perchè valgono e sono decisamente dei gran bei libri.

Dirty Little Secret di Jo Spain (Editore Quercus Books) è un giallo con il perfetto mix di humor, suspence e misteri. In una comunità chiusa viene trovato dopo mesi il cadavere di una delle abitanti. Iniziano le indagini tra i residenti, ognuno di loro aveva ragioni per uccidere e ognuno ha dei segreti. Gran bel libro, uno di quei libri che devi finire per capire chi sia il colpevole e che danno un gran godimento.

Crime in Lepers’ Hollow di George Bellairs (Editore Agora Books). Il libro è un giallo classico, ha credo 60 anni ed è invecchiato bene.
Una famiglia, degli omicidi e una serie di segreti.
Un ottimo autore, per nulla conosciuto da noi, e un gran bel giallo. Agora è specializzata nel ristampare interi cataloghi di autori defunti. Tramite loro ho scoperto Nicholas Rhea e Nicholas Blake (al secolo Cecil Day-Lewis, poeta laureato e padre di Daniel Day-Lewis) più altri ottimi autori.
Sarebbe bello qualcuno li stampasse come sarebbe interessante traducessero la British Crime Classic Collection, una collana inglese di titoli storici, spesso dimenticati e il più delle volte favolosi.

The Stone Circle di Elly Griffith (Editore Quercus Books). E’ l’ultimo titolo in una serie che ha per protagonista un’archeologa forense e un detective della polizia di Norfolk. Casi interessanti che mischiano archeologia, cold cases e vicende personali. Gran bella serie che si legge volentieri.

The Night Tiger di Yangsze Choo (Editore Quercus Books) Qui siamo tra la fantasy, il realismo magico e un romanzo storico. C’è bisogno di una premessa: nel mondo anglosassone i libri ambientati nell’oriente (Medio Oriente, Cina, India, Malesia) vanno per la maggiore. In questo caso siamo in Malesia negli anni 30. Le storie parallele e destinate ad incontrarsi di una ragazza che fa la danseuse e un giovane servitore di dottori. Attorno i miti e le credenze cinesi e malesiani. Affascinante, coinvolgente e ben scritto.

The Gutter Prayer di Gareth Hanrahan (Little, Brown Book Group UK) Spettacolare inizio di un nuovo ciclo fantasy. Violento, pieno di pathos e di elementi lovecraftiani, sono quasi 700 pagine che vanno via come il pane. Assolutamente consigliato.

It’s Getting Scot in Here di Suzanne Enoch (Editore St. Martin’s Press) Siamo nel settore del romanzo storico con storia d’amore. Molti storceranno il naso sbagliando in pieno perchè è un libro divertentissimo, pieno di humour e con personaggi maschili sensati e personaggi femminili intelligenti.
Lo si legge molto volentieri e siamo lontani dallo stereotipo del body ripper o del romanzetto rosa.

Our Child of the Stars di Stephen Cox (Editore Quercus Books). Siamo in una via di mezzo tra il romanzo storico e la fantascienza. Una coppia american, alla fine degli anni 60, adotta un piccolo alieno. Detto così sembra una riscrittura di ET ma non ci siamo. E’ libro sì sul rapporto famigliare strano con un figlio che non puoi rendere pubblico ma anche sul sul senso di comunità e sulla resistenza al potere che vuole fare di tuo figlio o una super-arma o un caso di studio. Tenero, ben scritto e molto intenso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...